Controlli di sicurezza urbana nelle strutture ricettive, l’azione interforze della Polizia Locale e delle altre Forze dell’Ordine nel servizio di ieri e in quelli messi in campo dall’inizio dell’anno

Si è svolta ieri mattina una importante operazione interforze per il controllo di due strutture ricettive a Miramare e Bellariva in cui alcuni cittadini e turisti avevano segnalato irregolarità e presenze di persone sospette. 

Si è svolta ieri mattina una importante operazione interforze per il controllo di due strutture ricettive a Miramare e Bellariva in cui alcuni cittadini e turisti avevano segnalato irregolarità e presenze di persone sospette. 

L’operazione di polizia, che rientra nell’ambito della sicurezza urbana e dei servizi anti degrado, è stata messa in campo con il coinvolgimento di 14 agenti e operatori di vigilanza, in divisa e in abiti civili, appartenenti a diversi organi di controllo e vigilanza. Nella squadra intervenuta alle prime ore di ieri mattina infatti c’erano agenti della divisione PAS della Questura di Rimini Polizia di Stato, funzionari dell’AUSL (sezione Igiene pubblica e impiantistica ) e la Polizia Locale di Rimini con il reparto delle unità cinofile, la squadra di Polizia Giudiziaria e i distaccamenti territoriali intervenuti per le specifiche competenze legate alle verifiche di polizia amministrativa.

Il controllo in particolare, svoltosi in due strutture ricettive a Miramare e Bellariva, si è reso necessario in seguito ad alcune segnalazioni raccolte dalla Polizia Locale, in merito a sospette irregolarità e illeciti amministrativi legati al degrado urbano e alla presenza di persone sospette, che alloggiavano nelle strutture. Al momento dell’ispezione erano presenti come ospiti 25 persone nel primo albergo e 12 nel secondo, tutti registrati regolarmente tranne 2 giovani di origini extracomunitarie, che sono risultati privi di permesso di soggiorno. Per entrambi sono scattate le procedure previste per la verifica della loro posizione irregolare sul territorio.  

Sono attualmente in corso ulteriori verifiche e accertamenti per irregolarità legate ad abusi edilizi e illeciti amministrativi che saranno individuati anche con il confronto e il coinvolgimento di altri uffici comunali come il SUAP.

Quello dei controlli sulle attività ricettive è un'attività importante che la Polizia Locale - unitamente ad altre Forze dell’Ordine - mette in campo ogni anno ininterrottamente. Dall’inizio dell’anno ad oggi infatti sono stati 27 gli alberghi oggetto di questo tipo di controllo, da cui sono emerse un totale di 38 sanzioni per differenti tipi di irregolarità: dalla classificazione; alla mancanza di materassi ignifughi; fino alle comunicazioni di aperture straordinarie; le variazioni non comunicate e gli illeciti legati alla normativa sulla prevenzione degli incendi.

“I controlli come quello di ieri - precisa Juri Margini, Assessore alla Sicurezza - rientrano nell’attività della sicurezza urbana e interessano gli alberghi anche per evitare che questi possano diventare luoghi di rifugio per soggetti dediti a delinquere. Passa anche da qui il grande impegno del contrasto al degrado urbano; una serie di azioni, attività, segnalazioni, interventi, messi in campo quotidianamente dalla nostra Polizia Locale, insieme alle altre Forze dell’Ordine con i quali dobbiamo garantire una presenza su tutto il territorio, in particolare nelle zone più sensibili. Anche in questo periodo autunnale e invernale è fondamentale un'assidua attività di controllo delle strutture ricettive del territorio perché contribuisce a portare i suoi effetti nei mesi successivi. Queste problematiche territoriali, continueranno a vederci impegnarci in prima linea, anche con progetti specifici, per arrivare a debellare situazioni che minano la qualità della vita di residenti e turisti e la loro percezione di sicurezza.”

Ultimo aggiornamento

22/10/2021, 13:30