Cos'è

La TARI  gestita direttamente dal Comune al quale ci si potrà rivolgere per tutte le dichiarazioni e comunicazioni attinenti a nuove utenze, variazioni, cessazioni.

Le principali caratteristiche della TARI

Presupposto impositivo

Presupposto del tributo è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo e anche di fatto, di locali o aree scoperte operative a qualsiasi uso adibiti suscettibili di produrre rifiuti urbani la cui superficie insiste, interamente o prevalentemente, sul territorio comunale; ai fini della prevalenza si considera l’intera superficie dell’immobile, anche se parte di essa sia esclusa o esente dal tributo.

Base imponibile

Per tutte le unità immobiliari, la superficie assoggettabile alla TARI è costituita da quella calpestabile dei locali e delle aree suscettibili di produrre rifiuti urbani e assimilati. Per le unità immobiliari iscritte o iscrivibili nel catasto edilizio urbano nelle categorie A, B e C, l’utilizzo delle superfici catastali per il calcolo della TARI decorrerà dal 1° gennaio successivo alla data di emanazione di un apposito provvedimento del Direttore dell’Agenzia dell’Entrate.

Il Comune determina, con Regolamento da adottare ai sensi dell'articolo 52 del decreto legislativo n. 446/1997, la disciplina per l'applicazione del tributo con particolare riguardo a:

  1. i criteri di determinazione delle tariffe;
  2. la classificazione delle categorie di attività con omogenea potenzialità di produzione di rifiuti;
  3. la disciplina delle riduzioni tariffarie;
  4. la disciplina delle eventuali riduzioni ed esenzioni, che tengano conto altresì della capacità contributiva della famiglia, anche attraverso l'applicazione dell'ISEE;
  5. l'individuazione di categorie di attività produttive di rifiuti speciali alle quali applicare, nell'obiettiva difficoltà di delimitare le superfici ove tali rifiuti si formano, percentuali di riduzione rispetto all'intera superficie su cui l'attività viene svolta.

A chi si rivolge

Destinatari

Il servizio si rivolge a chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.

Accedi al servizio

Come si fa
Modalità di svolgimento dei servizi tributari durante il periodo di emergenza sanitaria per COVID-19

I servizi tributari relativi alla tassa rifiuti (TARI) che prevedono il ricevimento del pubblico vengono svolti nel rispetto di quanto previsto dalle linee guida nazionali emanate per far fronte all'emergenza covid19 nei seguenti modi:

  • per via telematica, agli indirizzi di posta elettronica, per informazioni ed inoltro delle pratiche TARI (dichiarazioni originarie, variazioni, cessazioni, istanze di rimborso, ecc.), utilizzando l’apposita modulistica reperibile sul sito e corredata della relativa documentazione;
     
  • telefonicamente, ai numeri indicati per informazioni ed assistenza;
     
  • su appuntamento, prenotando on line oppure telefonando ai numeri indicati per gli appuntamenti.

Attenzione

Per presentare domanda per partecipare al bando per il riconoscimento della riduzione tari per l'anno 2022 la prenotazione va presa telefonando all'ufficio bandi +39 0541 704689

Nota bene

  • presentarsi all’appuntamento con documento d’identità, eventuale delega, documentazione necessaria per compilazione dichiarazione, eventuale dichiarazione compilata, ecc.
     
  • in caso di sopravvenuta impossibilità a presentarsi, si prega di provvedere anticipatamente alla cancellazione del proprio appuntamento.
Accesso online

Linkmate

È possibile consultare la propria posizione contributiva e/o scaricare i modelli F24 precompilati o effettuare il versamento con PagoPA accedendo alla piattaforma Linkmate. E' possibile accedere alla piattaforma con le credenziali SPID o registrandosi e allegando il documento d'identità in formato digitale. Chi ha già provveduto ad iscriversi può accedere utilizzando le stesse credenziali.

Invio telematico avviso

Modalità per ricevere l'invito di pagamento 2021 in via telematica: l'invito al pagamento con relativi F24 precompilati può essere inviato tramite posta elettronica o PEC comunicando all'ufficio (mail tassarifiuti@comune.rimini.it o con PEC ufficio.tributi@pec.comune.rimini.it) il proprio indirizzo mail o PEC entro e non oltre il mese di marzo 2021, (modulo per la richiesta), oppure può essere attivato autonomamente accedendo al portale Linkmate.

Cosa serve

Costi e vincoli

Le tariffe sono articolate per le utenze domestiche e per quelle non domestiche, quest’ultime a loro volta suddivise in categorie di attività con omogenea potenzialità di produzione di rifiuti (allegato 1 del Regolamento, reperibile nei documenti sotto correlati).

Modalità di pagamento

Pagamento con F24 semplificato. Vengono inviati ai contribuenti tre F24 già precompilati per: pagamento in unica soluzione al 30 settembre 2021 o per il pagamento in due rate al 30 settembre 2021, 16 dicembre 2021. L’F24 non ha costi e consente la compensazione con eventuali crediti/debiti.

È possibile effettuare il pagamento con PagoPA accedendo alla piattaforma Linkmate.

Modalità e termini di pagamento per i residenti all'estero

La TARI è dovuta anche da tutti coloro (italiani o stranieri) che, pur non essendo residenti nel territorio dello Stato, occupano  o detengono locali ed aree scoperte nel territorio del Comune di Rimini, quindi anche per i soggetti residenti all’estero, il Comune di Rimini invia il modello F24.

Coloro che non potessero utilizzare il modello F24, possono provvedere nei modi seguenti (come specificato nella risoluzione n.10/DF del 2 dicembre 2013  emesso dal Ministero dell'economia e delle finanze):

Per la quota rifiuti spettante al Comune, i contribuenti dovranno effettuare un bonifico bancario intestato a:

  • Comune di Rimini - Servizio di Tesoreria Comunale
  • su Banca  UniCredit Spa corso d’Augusto 163
  • IBAN IT 63 Q 02008 24220 000102621578
  • BIC/SWIFT UNCRITM1SM0

Come causale del versamento devono essere indicati:

  • codice fiscale;
  • codice tributo "3944";
  • codice catastale "H294" Comune di Rimini;
  • annualità di riferimento.

La copia dell'operazioni deve essere inoltrata al Comune per i successivi controlli:

Tempi e scadenze

pagamento in unica soluzione o prima rata 50%

seconda rata 50%

Per il 2021 le scadenze di pagamento sono le seguenti:

  • 30/09 (pagamento in unica soluzione o prima rata 50%)
  • 16/12 (seconda rata 50%)

 

Portale Trasparenza

Ulteriori informazioni

Normativa di riferimento

  • Legge 23 dicembre 2014, n.190 (legge di stabilità 2015) articolo 1 commi 637/640
  • Legge 27 dicembre 2013, n.147 disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2014);
  • Decreto legge 6 marzo 2014, n.16 disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità dei servizi svolti nelle istituzioni scolastiche (14G00082);
  • Legge 2 maggio 2014, n.68 conversione in legge, con modificazioni, del Decreto Legge 6 marzo 2014, n.16 disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità dei servizi svolti nelle istituzioni scolastiche (14G00082);
  • Decreto legge 6 dicembre 2011, n.201 convertito dalla legge n. 214/2011 (c.d. decreto "salva Italia");
  • Legge 27 dicembre 2006, n.296 disposizioni per la formazione del bilancio annuale dello Stato (legge finanziaria 2007) articolo 1, commi dal 161 al 170;
  • Decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, art.52 potestà regolamentare generale delle province e dei comuni;
  • Decreto presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n.158 -regolamento recante norme per la elaborazione del metodo normalizzato per definire la tariffa del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti urbani;
  • Decreto legislativo 30 dicembre 1992, n.504., articolo 19 (istituzione e disciplina del tributo provinciale) riordino della finanza degli enti territoriali, a norma dell'articolo 4 della legge 23 ottobre 1992, n.421;
  • Decreto legislativo 19 giugno 1997, n.218 disposizioni in materia di accertamento con adesione e di conciliazione giudiziale.

È possibile consultare i testi delle norme richiamate accedendo al sito del Centro ricerche e documentazione economica e finanziaria (CeRDEF) oppure consultando il portale della legge vigente (Normattiva).

Area di riferimento

Uffici

Tassa rifiuti (TARI)
Via Ducale 7, 47921 Rimini
Orari:

lunedì 9:00 - 12:30
mercoledì 9:00 - 12:30
giovedì 9:00 - 15:00

Telefono:

per informazioni ed assistenza:
+39 0541 704639
+39 0541 704637
+39 0541 704176
+39 0541 793904
+39 0541 793932
+39 0541 793959
+39 0541 793963
+39 0541 793869
+39 0541 704396

per appuntamenti:
+39 0541 793964
+39 0541 704642
+39 0541 704396
+39 0541 793959
+39 0541 793869

o nella piattaforma per le prenotazioni comunali 

Per la presentazione delle dichiarazioni e della documentazione scrivere all'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) da un qualsiasi indirizzo mail (anche non pec).
PEC: ufficio.tributi@pec.comune.rimini.it

Per informazioni scrivere al seguente indirizzo mail:
Email: tassarifiuti@comune.rimini.it

Ultimo aggiornamento

02/07/2021, 10:51