Contributi per eliminazione e superamento barriere architettoniche per portatori di invalidità

Il CAAD raccoglie e istruisce le pratiche per la concessione di contributi statali e regionali rivolti a portatori di invalidità residenti nel Comune di Rimini finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Cos'è

Contributi statali, di cui alla Legge 13/1989, e contributi regionali, di cui alla Legge Regionale n. 24/2001 e alla Deliberazione di Giunta Regionale n. 171/2014, finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche presenti presso l’abitazione in cui il portatore d’invalidità ha la residenza anagrafica e che:
- arrecano difficoltà di accesso all’edificio o alla singola unità immobiliare;
- arrecano difficoltà di fruibilità e visitabilità delle singole porzioni dell’unità immobiliare.

A chi si rivolge

Destinatari

Il cittadino residente nel Comune di Rimini portatore di invalidità. 

Chi può presentare

Il cittadino residente nel Comune di Rimini portatore di invalidità oppure chi ne esercita la tutela, il procuratore o l'amministratore di sostegno.
Qualora l’opera venga compiuta a spese di soggetti diversi dal portatore di invalidità, la domanda deve essere sottoscritta per conferma ed adesione anche da questi (ad es. amministratore di condominio).

Accedi al servizio

Come si fa

La domanda deve essere presentata al CAAD mediante spedizione postale, o invio tramite email, dell'apposito modulo compilato. 

Leggere attentamente quanto riepilogato nella "Tabella riassuntiva L. 13/1989 e della DGR 171/2014" sotto riportata.

Cosa serve

Compilare l'apposito modulo di domanda sotto riportato.

Documenti da allegare alla domanda:
- certificato Asl o di altra Commissione medica pubblica attestante l’invalidità posseduta (priorità in graduatoria agli invalidi 100% con difficoltà di deambulazione accertata) oppure certificato medico in carta semplice;
- dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà resa ai sensi del D.P.R. 445/2000 sottoscritta dal richiedente e consistente in una breve descrizione delle barriere architettoniche esistenti e correlate alla patologia nonché delle opere che verranno realizzate;
- copia non autenticata di un documento in corso di validità;
- marca da bollo da Euro 16,00 da apporre sulla domanda;
- attestazione ISEE (richiesta solo per domanda di contributi regionali ai sensi della DGR 171/2014);
- copia del verbale di assemblea del condominio (solo qualora l’intervento riguardi parti comuni dell’edificio);
- benestare del proprietario dell’immobile in carta semplice (se necessario);
- indicazione della spesa complessiva delle opere da realizzare, compresa progettazione e manodopera (non è necessario un preventivo analitico, né la  provenienza dello stesso da parte di un tecnico o esperto);
- c
onsegna di copia delle fatture debitamente quietanzate a fine lavori;
- c
onsegna dell’eventuale verbale d’invalidità (nuovo o aggravamento) rilasciato dopo la presentazione dell’istanza al fine di consentire l’aggiornamento della posizione in graduatoria.
 

Costi e vincoli

Il contributo è erogato come segue:
- per costi fino a Euro 2.582,28 è concesso in misura pari alla spesa effettivamente sostenuta;

- per costi da Euro 2.582,29 a Euro 12.911,42 € è aumentato del 25% della spesa effettivamente sostenuta (AD ESEMPIO: per una spesa di Euro 7.746,85 il contributo è pari a: Euro 2.582,28 + il 25% di Euro 5.164,57 per un totale di Euro 3.873,42 di contributo erogato);
- per costi da Euro 12.911,43 a Euro 51.645,69 è aumentato di un ulteriore 5% (AD ESEMPIO: per una spesa di Euro 41.316,55 il contributo è pari a: Euro 2.582,28 + il 25% di Euro 10.329,14 + il 5% di Euro 28.405,13 per un totale di Euro 6.584,82 di contributo erogato).

Il calcolo del contributo assegnabile verrà effettuato sulla base del preventivo di spesa. Qualora l’importo delle fatture risulti inferiore alla spesa originariamente indicata nella domanda, il contributo sarà di conseguenza ridotto.

Tempi e scadenze

Le domande dovranno essere presentate, mediante invio dell'apposito modulo di richiesta, in qualunque periodo dell’anno ma, pena la non ammissibilità ai contributi, TASSATIVAMENTE PRIMA DI INIZIARE I LAVORI, con verifica effettuata, per il Comune di Rimini, mediante sopralluogo da parte della Polizia Municipale.
La scadenza amministrativa del bando è fissata per il 1° marzo di ogni anno.

Area di riferimento

Uffici

Centro per l'adattamento dell'ambiente domestico (CAAD)
Via Coriano 38 - 47924 Rimini (c/o Sede AUSL della Romagna "Colosseo",piano I, Stanza 106)
Orari:

L'Ufficio è reperibile su appuntamento previo invio di email.

lunedì: su appuntamento 
martedì: su appuntamento
mercoledì: su appuntamento
giovedì: su appuntamento
venerdì: su appuntamento

Per ulteriori informazioni visitare il sito della Rete dei CAAD dell'Emilia-Romagna:

http://www.retecaad.it/rimini/info_caad_rimini

Telefono:

+39 0541 707568

Email:
caadrimini@comune.rimini.it

Ultimo aggiornamento

24/04/2021, 01:13