Un’intensa attività che si è dislocata dall’inizio dell’anno ad oggi, con risultati importanti dal p

Decoro commerciale: 251 controlli della Polizia Locale, per oltre 10 mila euro di sanzioni. Introdotto l’efficace strumento della ‘diffida amministrativa’

2 Dicembre 2019
Soni stati 251 i controlli che la Polizia Locale ha eseguito in riferimento al decoro commerciale, nei negozi situati su tutto il territorio comunale, in particolare per quelli situati nel centro storico e nella fascia della zona mare.
  • controlli decoro
  • controlli decoro

Un’intensa attività che si è dislocata dall’inizio dell’anno ad oggi, con risultati importanti dal punto di vista della prevenzione ed anche in riferimento all’attività sanzionatori.

Per quanto riguarda i controlli relativi al ‘Regolamento per la valorizzazione dell’offerta commerciale’, gli Agenti hanno elevato un totale di 27 sanzioni, per altrettante violazioni, di cui 10 riferite all’Art 4, ovvero allo spazio di pertinenza delle attività  e 17 per il mancato rispetto dell’Art. 6, cioè per l’esposizione delle merci. Violazioni che hanno portato ad un totale di € 5400 sanzioni contestate.  A queste si devono aggiungere le violazioni legate all’occupazione abusiva di suolo pubblico, regolata dall’Art. 20 del Codice della Strada, per il quale gli agenti hanno redatto 30 verbali, per un totale di € 5190.  

Una situazione che è destinata a subire un miglioramento in riferimento alle sanzioni legate alle violazioni del ‘Regolamento per la valorizzazione dell’offerta commerciale'. Parliamo di un cambiamento positivo dovuto non solo alla corposa attività di prevenzione, che viene messa in atto da tutto il corpo di Polizia Locale, ma anche per la recente introduzione delle disposizioni relative alla ‘diffida amministrativa’, prevista dalla delibera del Consiglio Comunale n. 65 del 2019. 

Uno strumento utile e funzionale, che va incontro ai commercianti, perché viene utilizzato per sanare e risolvere immediatamente un’eventuale violazione. L’atto della diffida amministrativa infatti, che viene fatto dagli agenti quando si riscontra una violazione per la prima volta, porta un beneficio istantaneo e indiscutibile, sia dal punto di vista del decoro commerciale, subito ripristinato, che da quello del commerciante, il quale ha la possibilità di recuperare una situazione di regolarità, evitando la sanzione pecuniaria.

Sono state 4 le ‘diffide amministrative’ fatte dalla Polizia Locale,  dal 4 novembre ad oggi: 2 relative a violazioni per l’utilizzo di spazi e 2 per l’esposizione di merci. Quattro attività commerciali che hanno avuto la possibilità di sfruttare questo beneficio importante, che va incontro,  sia alle esigenze dei commercianti che alle necessità di decoro urbano, indispensabili  per una città con anima turistica come Rimini.