Si è partiti dall’ex colonia Enel, nella zona sud della città.

Controlli della Polizia Locale di Rimini: ‘liberata’ ex colonia Enel di Marebello, anche grazie ai cani addestrati Pablo e Thor. Intervento anche alla ex Villa Ombrosa

8 Novembre 2019
Nella giornata di giovedì 7 novembre, gli agenti della polizia Locale di Rimini hanno svolto un servizio specifico, dedicato al controllo di alcuni edifici abbandonati in città.
  • pablo in azione
  • gli interni dell'ex colonia
  • l'unità cinofila

Si è partiti dall’ex colonia Enel, nella zona sud della città. Qui le unità della Polizia Locale hanno risolto il problema del custode della ex colonia Enel e di sua moglie che si erano trovati ad assistere alla ‘occupazione’ del loro appartamento, da parte di alcuni balordi che stavano nell’immobile. Un caso delicato per cui la Polizia Locale, una volta ricevuta la segnalazione, è intervenuta prontamente, puntando anche sul fiuto e la prestanza di Pablo e Thor, i due cani più “esperti” tra i quattro addestrati in forza alle unità cinofile. Una volta entrati nei locali occupati, gli agenti della Polizia Locale hanno scovato diverse tracce di stupefacenti e due bilancini di precisione per il confezionamento delle dosi. Al loro ingresso gli occupanti sono scappati, ma uno è stato bloccato; ora dovrà rispondere di invasione di spazio pubblico. Gli ambienti sono stati trovati in condizioni igieniche fatiscenti. Nei prossimi giorni verranno effettuati i necessari interventi di bonifica e messa in sicurezza dell’edificio.

Il secondo intervento è stato effettuato a San Giuliano Mare, negli spazi della ex Villa Ombrosa. Diverse segnalazioni erano pervenute al comando della Polizia Locale perché, dentro e fuori la struttura, erano stati avvistati movimenti sospetti. Dopo un primo sopralluogo nella nottata di martedì, la Polizia Locale ha deciso di intervenire passando al setaccio interni ed esterni della struttura. Al suo interno sono state trovate persone di diverse nazionalità, tra cui una donna incinta ed un pregiudicato. Una volta prese le generalità è stato loro presentata la diffida a lasciare gli spazi occupati. La Polizia Locale - insieme al curatore fallimentare di Villa Ombrosa, con cui è stata svolta l’operazione – tornerà nei prossimi giorni per verificare l’effettiva liberazione degli spazi, e garantire la messa in sicurezza dei varchi di accesso all’edificio. Anche in questo caso sono stati utilizzati i cani Pablo e Thor.

“Due operazioni importanti – spiega Jamil Saedegholvaad, assessore alla sicurezza e legalità del Comune di Rimini – anche a livello simbolico. Gli agenti della Polizia Locale sono intervenuti su segnalazione di numerosi cittadini che, anche grazie ad operazioni come quella recente in via Bastioni, in questi giorni stanno contattandoci per segnalarci situazioni sospette. Operazioni come queste confermano la bontà dell’utilizzo dei cani addestrati, che stanno affiancando il personale della Polizia Locale, specie in alcuni contesti delicati, aumentandone l’efficacia dei controlli e il livello di protezione di agenti e cittadini”.